La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: marzo 21, 2016 | Da: vincenzo
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 1414 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
vincenzo

Dint'a sto scuritÓ
Tantu tiempo Ŕ passat do juorno
ca' i sto carcerat,
nucentamente na pena sto pavann
ca' dint'a sta cella oscur
add˛ l'unica cumpagna Ŕ a malincunia,
senza pietÓ fuje cundannat
a nu destin 'nfame
ca' me privaje da libertÓ
quann'i ero ancora nu guaglione.
Mo st'uocch miei desiderano e vedŔ
o cielo, o sole, o vis e mamma mia

ca' i me sto scurdann cÓ dint'a sto scuritÓ.
Nuttate senza fine pass cu a nustalgýa dint'o core,
lacrime amare chiagne
ricurdann o passato
quann ero nu guaglione assai felice
ca' nun cunusceva
ch'era a malincunia
mo essa Ŕ a cumpagna mia
e cu essa tutta vita aggia restÓ
cÓ dint' a sto scuritÓ.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Lĺinfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti
» Francesco Esse - Solo
» Luna
» Davide Zocca-Un mondo perfetto


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
64 Un tempo i pini cresciuti in vetta al Pelio solcarono, si dice, le onde limpide di Nettuno sino alla foce del Fasi, alle terre di EŔte, quando un pugno di giovani, i pi¨ forti degli Argivi, decisi a sottrarre il vello d'oro ai Colchi, affrontarono a forza il mare con la loro nave battendo l'azzurra distesa coi remi d'abete. La dea che abita sulle acropoli costruý per loro una macchina che volava al primo vento,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6629
Autori registrati
3144
Totali visite
11762953
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.