La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 24, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie orientali | Totali visite: 2127 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
SULLA LIBERT

E un oratore disse: Parlaci della Libert.
E lui rispose:
Alle porte della citt e presso il focolare vi ho veduto, prostrati, adorare la vostra libert,
Cos come gli schiavi si umiliano in lodi davanti al tiranno che li uccide.
S, al bosco sacro e all'ombra della rocca ho visto che per il pi libero di voi la libert non era che schiavit e oppressione.
E in me il cuore ha sanguinato, poich sarete liberi solo quando lo stesso desiderio di ricercare la libert sar una pratica per voi e finirete di chiamarla un fine e un compimento.
In verit sarete liberi quando i vostri giorni non saranno privi di pena e le vostre notti di angoscia e di esigenze.
Quando di queste cose sar circonfusa la vostra vita, allora vi leverete al di sopra di esse nudi e senza vincoli.

Ma come potrete elevarvi oltre i giorni e le notti se non spezzando le catene che all'alba della vostra conoscenza hanno imprigionato l'ora del meriggio?
Quella che voi chiamate libert la pi resistente di queste catene, bench i suoi anelli vi abbaglino scintillando al sole.

E cos' mai se non parte di voi stessi ci che vorreste respingere per essere liberi?
L'ingiusta legge che vorreste abolire la stessa che la vostra mano vi ha scritto sulla fronte.
Non potete cancellarla bruciando i libri di diritto n lavando la fronte dei vostri giudici, neppure riversandovi sopra le onde del mare.

Se un despota colui che volete detronizzare, badate prima che il trono eretto dentro di voi sia gi stato distrutto.
Poich come pu un tiranno governare uomini liberi e fieri, se non per una tirannia e un difetto della loro stessa libert e del loro orgoglio ?
E se volete allontanare un affanno, ricordate che questo affanno non vi stato imposto, ma voi l'avete scelto.
E se volete dissipare un timore, cercatelo in voi e non nella mano di chi questo timore v'incute.
In verit, ci che anelate e temete, che vi ripugna e vi blandisce, ci che perseguite e ci che vorreste sfuggire, ognuna di queste cose muove nel vostro essere in un costante e incompiuto abbraccio.
Come luci e ombre unite in una stretta, ogni cosa si agita in voi.
e quando un'ombra svanisce, la luce che indugia diventa ombra per un'altra luce.
E cos quando la vostra libert getta le catene diventa essa stessa la catena di una libert pi grande.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie orientali più letti

» Mahatma Gandhi PRENDI UN SORRISO
» Kahlil Gibran FARO DELLA MIA ANIMA UNO SCRIGNO
» Kahlil Gibran IL SILENZIO
» Gibran Kalhil Gibran - L'amore
» Poesia di Mahatma Gandhi - Un dono
Gli ultimi Poesie orientali pubblicati

» Poesie scelte di Rejina mallok * Traduzione dallarabo: Jahia Elamir
» Auguri di Buon Compleanno
» souvenir
» jahia El Amir _Donna
» Don Pompeo Mongiello - Haiku
» Don Pompeo Mongiello - Alba


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Cazzo, c traffico! disse Mork accendendosi una paglia. Erano insieme in macchina mentre tentavano di superare il casello, una vecchia Talbot mezza scassata, ammaccatura sul cofano e volante rosicchiato dal tempo; come il loro amore

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
10006446
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.