La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 11, 2017 | Da: jahia elamir
Categoria: Poesie orientali | Totali visite: 345 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
jahia elamir
Traduttore Siro Italino,nato a Padova 1971,laureato in lingua e letteratura francese:Aleppo 1993
Donna
Poema di Ahmad Debo *
Traduzione in Italiano: Jahia El Amir

Con te vado da te e con te arrivo a te Bayazid Bistami

Nobile nel suo silenzio come una nuvola
quando non trova familiarit con le nostre parole.
     Le sue dita, rimettendo in ordine il suo silenzio, sono lavande.
     
Estranea pi lontana dal calore dei suoi occhi
Luva della sua voce divulga quello che emerge di familiarit /
quando escono le nostre stature risvegliate dalle loro illusioni.

Estranea, arrivata da noi prima dai suoi passi.
Le sue dita, nel buio torrido, sono l per cogliere le parole dellanima
E riparare quello che si staccato dai nostri sogni versati sui sassi e sulle spine.

Le nostre mani, nel cielo aperto del suo sguardo, sono cicatrici.

Il nostro percorso verso lei una nuvola passeggera.

Quanto meraviglioso lo specchio quando colora la sua ombra!
Quanto meravigliosa lacqua quando colora la sua felicit!

Lestranea nel suo nobile silenzio velocemente cade questo sogno dai suoi occhi.
I suoi occhi, bagnando le nostre stature, sono pi maturi di un pentimento e pi profondi di uno
Svenimento E alle ombre non resta che spaventare i suoi passi.
La sua carezza da intimit ai nostri sogni

la sua voce , quando diventata unombra davanti ai nostri occhi ,non labbiamo vista
Perch laccende sempre con i suoi passi.

La dimenticanza passata leggermente tra i nostri sogni senza darci ombra.

Il cielo aperto non era che il suo dormire.


*poeta siriano ha pubblicato lacqua fredda nel 2000 (casa editrice Annahar Libano) collabora con diverse riviste arabe.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie orientali più letti

» Mahatma Gandhi PRENDI UN SORRISO
» Kahlil Gibran FARO DELLA MIA ANIMA UNO SCRIGNO
» Kahlil Gibran IL SILENZIO
» Gibran Kalhil Gibran - L'amore
» Poesia di Mahatma Gandhi - Un dono
Gli ultimi Poesie orientali pubblicati

» Poesie scelte di Rejina mallok * Traduzione dallarabo: Jahia Elamir
» Auguri di Buon Compleanno
» souvenir
» jahia El Amir _Donna
» Don Pompeo Mongiello - Haiku
» Don Pompeo Mongiello - Alba


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Il luned giorno di baldoria, cos dice la storia, non voglio pi studiar.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9994786
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.