La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: aprile 14, 2014 | Da: Redazione
Categoria: Poesie orientali | Totali visite: 5966 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Kahlil Gibran 06/01/1883 Bsharre Libano - 10/04/1931 New York USA


IL FOLLE

Fu nel parco di un manicomio che incontrai un giovane con il volto pallido e bello, colmo di stupore.
E sedetti accanto a lui sulla panca, e dissi, "Perch sei qui?".
E lui mi rivolse uno sguardo attonito e disse: "E' una domanda poco opportuna, comunque risponder.
Mio padre voleva fare di me una copia di se stesso,e cos mio zio.
Mia madre vedeva in me l'immagina del suo illustre genitore.
Mia sorella mi esibiva il marito marinaio come il perfetto esempio da seguire.
Mio fratello riteneva che dovessi essere identico a lui: un bravissimo atleta.
"E anche i miei insegnanti,
il dottore in filosofia,e il maestro di musica,e il logico,erano ben decisi:
ognuno di loro,voleva che io fossi il riflesso del suo volto in uno specchio.
"Per questao sono venuto qui.
Trovo l'ambiente pi sano.
Qui almeno posso essere ME stesso".
E di scatto si volse verso me e chiese: "Anche tu sei qui a causa dell'educazione e dei buoni consigli?"
Ed io risposi:" No, sono qui in visita".
E lui disse:" Ah, ho capito. Vieni dal manicomio dall'altre parte del muro".


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie orientali più letti

» Mahatma Gandhi PRENDI UN SORRISO
» Kahlil Gibran FARO DELLA MIA ANIMA UNO SCRIGNO
» Kahlil Gibran IL SILENZIO
» Gibran Kalhil Gibran - L'amore
» Poesia di Mahatma Gandhi - Un dono
Gli ultimi Poesie orientali pubblicati

» Poesie scelte di Rejina mallok * Traduzione dallarabo: Jahia Elamir
» Auguri di Buon Compleanno
» souvenir
» jahia El Amir _Donna
» Don Pompeo Mongiello - Haiku
» Don Pompeo Mongiello - Alba


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
IL GIURAMENTO DI FILONE Giura Filone che non ha mai mangiato a casa sua. pura verit: se nessuno l'invita, egli non mangia.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9971739
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.