La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 07, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie tedesche | Totali visite: 919 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Johann Wolfgang Goethe
Francoforte 28 agosto 1749 Weimar, 22 marzo 1832


IL TRADIMENTO DELLA MUGNAIA


Donde viene l'amico cos mattiniero e rapido,
quando in Oriente albeggia a stento?
Nella cappella del bosco si edificato,
per quanto intorno ci sia tanto freddo?
Il ruscello davanti a lui si gela;
andare a piedi nudi gli piace?
Sono le preghiere del mattino che bestemmia,
per le selvagge alture innevate?

Ah, gi! Viene da un tiepido letto
dove aveva sperato un altro svago;
e se non avesse almeno un mantello,
come sarebbe tremendo l'oltraggio!
Quel briccone lo ha ingannato
e gli ha portato via il fagotto;
il povero amico se n' andato
e quasi, come Adamo, nudo e spoglio.

Perch queste vie ha percorso furtivo
verso un tale paio di pomelle,
che dentro il recinto del mulino
come in paradiso erano belle.
Non sar facile che ripeta lo scherzo;
lui fugge in fretta dalla casa
e ora d'improvviso, all'aperto,
scoppia in lamenti amari, a voce alta:

Di tradimento nei suoi sguardi
di fuoco non lessi neanche una sillaba;
con me lei sembrava estasiarsi
e meditava un'azione cos perfida!
Potevo fra le sue braccia sognare
come proditorio batteva il suo petto?
A Cupido propizio diceva d'indugiare,
e lui con noi era proprio benevolo.

Godere cos il mio amore!
La notte, che non aveva mai fine!
Solo allora chiamare ad alta voce
la madre, allo spuntare del mattino!
Una dozzina di congiunti irrompono
dentro, una vera fiumana di gente;
vengono cugini, zie che curiosano,
un fratello e uno zio sono presenti.

Era una furia, un furore!
Chi pareva una bestia, chi un'altra.
Mi accusavano di avere carpito il fiore,
con urla spaventose, della ragazza. -
Perch infierite come fuori
di senno sull'innocente giovinetto?
Per mettere mano su tali tesori,
ci vuole un tipo molto pi svelto.

Amore in grado di coltivare
il suo bel gioco sempre per tempo.
Per sedici anni non lascia stare
i fiori dentro il mulino di certo.
Mi rubarono il fagotto degli abiti,
e volevano anche il mantello per giunta.
Quanti abietti miserabili
rintanati in quella casa angusta!

Mi alzo di scatto, infurio bestemmiando,
sicuro di passare attraverso la folla.
A quell'infame volsi ancora lo sguardo,
e ahim, lei era ancora cos bella.
Tutti si sottrassero alle mie ire;
volarono parole grosse ancora;
con voce di tuono riuscii a fuggire
alla fine da quella spelonca.

Ragazze di campagna, come le ragazze
di citt, voi siete da sfuggire.
Lasciate un po' alle donne di classe
la gioia di spogliare i servitori!
Ma se siete anche voi di quelle esperte
e non conoscete i vostri doveri gentili,
i vostri amanti cambiateli se volete,
ma loro non dovete mai tradirli.

Cos in quell'ora invernale, canta,
quando non un misero stelo verdeggia.
Io rido della sua profonda piaga,
perch davvero lui se la merita.
Cos cpiti a chi di giorno, spavaldo,
inganna la nobile bella del cuore,
e di notte, con ardire temerario,
striscia al falso mulino d'Amore.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie tedesche più letti

» Herman Hesse TIENIMI PER MANO
» Hermann Hesse - Mondo splendido
» Rainer Maria Rilke - RISVEGLIO DEL VENTO
» Johann Wolfgang Goethe O SORELLA DELLASTRO FULGENTE
» Hermann Hesse - Occhi scuri
Gli ultimi Poesie tedesche pubblicati

» Herman Hesse TIENIMI PER MANO
» Johann Wolfgang Goethe IO PENSO A TE
» Johann Wolfgang Goethe APPARE IL SOLE RADIOSO
» Johann Wolfgang Goethe O SORELLA DELLASTRO FULGENTE
» Johann Wolfgang Goethe SEPARAZIONE E ADDIO
» Rilke - Poesie varie


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Lacqua della fonte suona il suo tamburo dargento

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
10005364
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.