La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 16, 2013 | Da: Pietro
Categoria: Poesie ungheresi | Totali visite: 1496 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Pietro

Versi di un ragazzo proletario
Ady Endre

Mio padre dalla mattina alla sera
indaffarato, suda, sfacchina,
Uomo migliore di mio padre non esiste,
No, non esiste.

Mio padre porta un mantello consumato,
Ma a me compra vestiti nuovi
E mi parla di un bel futuro
Con passione.

Mio padre prigioniero dei ricchi,
Lo feriscono, umiliano il pover'uomo,
Ma la sera ci porta a casa
La buona speranza.

Mio padre combattivo, un grande uomo,
Per noi mostra forza ed orgoglio,
Ma mai si umilia
Davanti al denaro.

Mio padre uomo mesto, povero,
Ma se non guardasse a suo figlio,
Arresterebbe questa grande, terrena
Commedia.

Mio padre, se solo lo volesse,
Eliminerebbe i ricchi,
Ogni mio compagnuccio sarebbe
Come sono io.

Mio padre, se solo parlasse,
Ah!, in molti tremerebbero,
Spensierati tanti non vivrebbero
E felicemente.

Mio padre lavora e combatte,
Pi forte di lui forse non ce n',
Anche di un re pi potente
Mio padre.


Dalla raccolta Vorrei che mi amassero (1910)


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie ungheresi più letti

» Attila Jzsef QUELLO CHE NASCONDI NEL CUORE
» Attila Jzsef MIA MADRE
» Petri Gyrgy Bcszs
» Petri Gyrgy Un ricordo
» Ady Endre - Versi di un ragazzo proletario
Gli ultimi Poesie ungheresi pubblicati

» Sebestyn Pter L'aeroplanino di carta racconta 3.
» Petrőczi va: Egy elhibzott este - Avagy Lilla ksei utszava
» Olh Tams Osz
» Pilinszky Jnos A mlypont nneplye
» Pilinszky Jnos Egy leten keresztűl
» Attila Jzsef MIA MADRE


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Volevi vivere ancora un po'? Pensavi che vivere sarebbe stata una bella passeggiata? un estenuante cammino con i piedi che ti sanguineranno. Pensavi che la passeggiata fosse tutta sotto al sole,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9973650
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.