La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
» Più lette
» Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
» Disegni
» Sito Poesia
» In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
» Nome » E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: ottobre 21, 2013 | Da: ibolja
Categoria: Poesie ungheresi | Totali visite: 4048 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
ibolja
Traduttrice di poesie ungheresi, pubblicate sulla pagina Web Babelmatrix diffusa in varie lingue.
Un ricordo

“ Sono stato un buon regista”.
Disse poco prima di morire.
(Le circostanze son note.)
No: Sono stato proprio un buon regista” – cosi
disse. Nel caso specifico tanto
sentimentalismo era tollerabile.
Si alzň con difficoltŕ,
finché il velluto consunto della sedia
liberandosi dal peso riprese la sua prominenza
e cominciarono a distendersi anche i pantaloni
maltrattati durante la seduta: disse il suddetto.
Cosi incluse una vita indegna nella dignitŕ dell’arte.
Con una certa maniera di modestia. Ma nel caso
suo ci voleva una certa forza dell’anima,
proprio – per questo tipo – di manierismo.
E la tempestivitŕ della frase, il suo effetto –
ineccepibile. Anzi: formidabile.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie ungheresi più letti

» Attila József QUELLO CHE NASCONDI NEL CUORE
» Attila József MIA MADRE
» Petri György Búcsúzás
» Petri György Un ricordo
» Ady Endre - Versi di un ragazzo proletario
Gli ultimi Poesie ungheresi pubblicati

» Sebestyén Péter L'aeroplanino di carta racconta 3.
» Petrőczi Éva: Egy elhibázott este - Avagy Lilla kései utószava
» Oláh Tamás Osz
» Pilinszky János A mélypont ünnepélye
» Pilinszky János Egy életen keresztűl
» Attila József MIA MADRE


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
l'aurora

    Statistiche generali
» Pubblicazioni
6639
» Autori registrati
3147
» Totali visite
11924711
» Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.