La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 16, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poeti francesi | Totali visite: 771 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Arthur Rimbaud

Le Illuminazioni - Poemi in prosa
CITTA

II


L'acropoli ufficiale fra le concezioni pi colossali delle barbarie moderne: impossibile esprimere la luce opaca prodotta dal cielo immutabilmente grigio, il fulgore imperiale degli edifici e la neve eterna del suolo. Si riprodussero, con un gusto singolare di enormit, tutte le meraviglie classiche dell'architettura, ed io assisto ad esposizioni di pittura in locali venti volte pi vasti di Hampton Caurt. Che pittura! Un Nabucodonosor norvegese ha fatto costruire le scale dei ministeri; i subalterni che ho potuto vedere sono gi pi orgogliosi di Brenno, e ho tremato all'aspetto dei custodi di colossi e degli ufficiali di costruzione. Coll'aggruppare gli edifici in squares, cortili e terrazze chiuse, s'ubbriacarono i vetturini. I parchi rappresentano la natura primitiva lavorata da un'arte superba; il quartiere alto ha parti inesplcabili: un braccio di mare, senza bastimenti, svolge la sua distesa di nevischio azzurro fra banchine cariche di candelabri giganti. Un ponte breve conduce a una postierla, immediatamente sotto la cupola della Sainte-Chapelle. Questa cupola un'artistica armatura di acciaio, di circa quindicimila piedi di diametro.
In alcuni punti, dalle passerelle di rame, dalle piattaforme, dalle scale che girano intorno ai mercati e alle colonne, ho creduto di poter giudicare la profondit della citt! E' il prodigio di cui non ho potuto rendermi conto: quali sono i livelli degli altri quartieri, sopra o sotto l'acropoli? Per lo straniero della nostra epoca, impossibile accertarlo. Il quartiere commerciale un circo di un unico stile, con gallerie ad archi. Non si vedono botteghe, ma la neve della strada calpestata. Alcuni nababbi, rari quanto coloro che vanno a spasso in una mattina di domenica a Londra, si dirigono verso una diligenza di diamanti. Alcuni divani di velluto rosso; vengono servite bibite popolari, il cui prezzo varia da ottocento a ottomila rupie. All'idea di cercar teatri in quel circo, io rispondo a me stesso che le botteghe devono contenere drammi abbastanza cupi. Penso che ci sia una polizia; ma la legge deve essere tanto strana, che rinuncio a farmi un'idea degli avventurieri di qui.

Il sobborgo, elegante quanto una bella via di Parigi, favorito da un'aria di luce; l'elemento democratico consta di alcune centinaia d'anime. Anche l le case non si seguono; il sobborgo si perde bizzarramente nella campagna, la Contea che empie l'occidente eterno delle foreste e delle piantagioni prodigiose, ove i gentiluomini selvaggi dnno la caccia alle loro cronache sotto la luce che stata creata.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poeti francesi più letti

» Charles Baudelaire INNO ALLA BELLEZZA
» Jacques Prvert M HA FATTA L AMORE
» Charles Baudelaire SPLEEN E IDEALE 1 BENEDIZIONE
» Jacques Prevert MAI PIU
» Arthur Rimbaud ALBA
Gli ultimi Poeti francesi pubblicati

» Jacques Prevert MAI PIU
» Edmond Haracourt PARTIRE E UN PO MORIRE
» Guy De Maupassant LA MORTA
» Colin Muset SIGNOR CONTE HO SUONATO LA VIELLA
» Guillaume Apollinaire LA MEDUSA
» Stphane Mallarm VENTAGLIO


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Questa contea non ha ricordi che Risveglino il mio corpo dalla certezza del tuo Addio Sto leggendo un libro di un Paradiso perduto Il libro della mia vita, sperando In una tua carezza, in un sorriso Hai la mia promessa impressa nella mente

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6573
Autori registrati
3090
Totali visite
10191828
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.