La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 16, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poeti francesi | Totali visite: 853 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Arthur Rimbaud

MICHELE E CRISTINA
Via, dunque, se il sole abbandona queste rive! Fuggi, chiaro diluvio! Ecco l'ombra delle strade. Tra i salici, nel vetusto cortile d'onore, il temporale scaglia le prime larghe gocce.

O cento agnelli, biondi soldati dell'idillio, fuggite dagli acquedotti, dalle smagrite lande! Pianura, deserti, praterie, orizzonti mostrano il rosso abbigliamento dell'uragano.

Cane nero, bruno pastore il cui mantello s'inabissa, fuggite l'ora dei superni lampi; biondo gregge, or che nuotano ombra e zolfo, cerca di scendere a migliori asili.

Ma io, Signore! Ecco, il mio spirito vola per i cieli ghiacciati di rosso, sotto i celesti nembi che corrono e volano su cento Solognes lunghe come una strada ferrata.

Ecco mille lupi, mille sementi selvagge, che questo religioso pomeriggio di tempesta trascina, non senza tenerezza per i convolvoli, sopra la vecchia Europa su cui passeranno cento orde!

Poi, il chiaro di luna! Per tutta la landa, arrossati, la fronte ai neri cieli, i guerrieri lentamente cavalcano sui pallidi corsieri! I ciottoli suonano sotto questa fiera banda!

- E vedr il bosco giallo e la valle chiara, la Sposa dagli occhi cruli, l'uomo dalla fronte rossa. o Gallia, e il bianco Agnello Pasquale, ai loro cari piedi, - Michele e Cristina - e Cristo! - Fine dell'Idillia.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poeti francesi più letti

» Charles Baudelaire INNO ALLA BELLEZZA
» Jacques Prvert M HA FATTA L AMORE
» Charles Baudelaire SPLEEN E IDEALE 1 BENEDIZIONE
» Jacques Prevert MAI PIU
» Arthur Rimbaud ALBA
Gli ultimi Poeti francesi pubblicati

» Jacques Prevert MAI PIU
» Edmond Haracourt PARTIRE E UN PO MORIRE
» Guy De Maupassant LA MORTA
» Colin Muset SIGNOR CONTE HO SUONATO LA VIELLA
» Guillaume Apollinaire LA MEDUSA
» Stphane Mallarm VENTAGLIO


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
"Che cosa significa questo?", ripetevo meccanicamente, guardando il giornale che lei agitava violentemente nel pugno. "Beh, tu non ne vuoi parlare, non mi aiuti a capire e io m'informo ecco cosa faccio: mi informo. La gente fuori non fa altro che chiacchierare, chiacchierare! Ogni volta che cammino per strada mi sembra di avere gli occhi puntati tutti su di me.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6551
Autori registrati
3084
Totali visite
10016560
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.