La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 14, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Racconti inediti e/o celebri | Totali visite: 707 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Tutte le emittenti televisive di Stato e no hanno trasmesso le
immagini dell'enorme coda di gente che, come un serpentone, si
snodava davanti al Palazzo della cultura e dei Congressi
nell'area espositiva di Bologna . Erano persone in paziente
attesa di visitare Erotica '94 spinte dal desiderio di fare un
bagno di stupore al cospetto delle stranezze del sesso fatto in
modo assolutamente non convenzionale. Non era ancora terminata la
rassegna che gi su molti quotidiani si stigmatizzava
l'iniziativa con commenti ironici che mal mascheravano un
radicato moralismo del cronista. Non ho letto tutto quanto
scritto sull'argomento, ma sono rimasto stupito dalla calata di
scure di certa stampa che avevo sempre considerata aperta ed
esente da pregiudizi. Questo mi spinge ad essere maggiormente
analitico sull'iniziativa cercando di evitare assolutamente
considerazioni moralistiche che non mi competono. La mia presenza
a Bologna si era resa obbligatoria a causa del tema di Erotica
'94 che, basato su Il Sesso Futuro, chiamava in
causa la realt virtuale, la telematica, i PC, i CD-R e una tuta
Cybersex che collegata a PC prometteva mirabilia.

Nella mia rubrica l'Uomo e l'Informatica del mese precedente
avevo anticipato l'argomento con considerazioni generiche,
spontanee, come farebbe un non addetto ai lavori, la sera,
chiacchierando con qualche amico davanti ad un bicchierino non
immaginando nemmeno lontanamente di toccare un terreno minato. La
mostra servita a chiarirmi aspetti che erano ancora oscuri e
ha fatto nascere in me prospettive di paesaggi imprevisti,
popolati da appassionati, con pochi esegeti e molti denigratori,
gli uni che lottano per affermare e gli altri per distruggere

I tempi sono cambiati da quando si arrestavano per oscenit e
corruzione geni come Oscar Gilde, Franz von Bayros. il marchese
de Sade e tanti tanti altri che hanno passato la vita tra
prigioni e manicomi criminali. Se i tempi fossero stati quelli di
allora, nei due giorni che durata la mostra, la polizia
avrebbe avuto molto da fare ad arrestare organizzatori, espositori
e qualche visitatore che ostentava le proprie tendenze non del
tutto conformi alla morale corrente. Ma oggi si usa il sarcasmo
che ferisce ma non lascia segni sulla pelle e raccoglie il facile
consenso di chi non ha voglia di impegnarsi mentalmente per
capire cosa ci sia di buono o di malvagio nelle cose ed ha
delegato ad altri l'elaborazione delle proprie opinioni.

IL PUBBLICO

Il pubblico era lo stesso che si vede normalmente alle mostre
d'arte ed ai concerti, niente di particolare, giovani, anche adolescenti
in gruppetti o in coppia, studenti delle scuole superiori ed
universitari, ma anche borghesi non pi giovani, ben vestiti,
soli o con la propria compagna, coppie di amici che avevano
lasciato le mogli a giocare un bridge a casa, coppie di amiche
che invece del solito film avevano optato per Erotica '94. Gente
dall'aspetto normalissimo, i tipi esotici erano una
piccola minoranza e ci tenevano a dimostrare la loro diversit
ostentando abbigliamento e comportamenti inusuali, d'altronde
avevano immaginato che quella fosse esclusivamente la loro
mostra.

E' importante annotare la tipologia del visitatore perch
dimostra come i tab della classe media stiano dileguandosi alle
soglie del ventiduesimo secolo. Serve anche a capire che il sesso
non solo un fatto privato tra due individui e che termina dopo
ogni orgasmo tra domestiche pareti. Al di l di queste
constatazioni prive di un reale approfondimento credo che molti
dei visitatori fossero spinti dalla necessit di verificare le
proprie segrete fantasie erotiche che, se non riconosciute come
comuni (normali perch comuni alla maggioranza), porterebbero al
timore di doversi considerare nel novero dei diversi

La grande affluenza starebbe anche a dimostrare come l'argomento
sesso sia di primaria importanza per il pubblico e quindi
meriterebbe una maggiore attenzione da parte di chi si occupi di
informazione. Purtroppo ancora oggi se non si sceglie la facile
strada dell'ironia si continua a parlare di sesso in termini
messianici quale che sia la posizione sostenuta. Solitamente chi
parla a favore sospetto di voler giustificare le proprie perversioni
e spesso le esegesi portano la firma di personaggi che i media
definiscono con appellativi che vanno dal bonario: personaggio
dalle inclinazioni particolari
ad accuse da Santa
Inquisizione tipo: pericoloso pervertito sessuale e
attentatore della pubblica morale
.

Un altro motivo di richiamo che ha spinto molti visitatori alla
mostra potrebbe risiedere nella paura del contagio che ognuno sa
di rischiare ogni volta che accetta un rapporto casuale. Paura
che, a sua volta, potrebbe servire da alibi alla rinuncia a
praticare sesso causata da una pi profonda avversione nei
confronti di un partner reale e alla ricerca di piaceri
surrogati.

Noi tutti siamo figli di una repressione sessuale durata secoli e
non riusciamo a scrollarci di dosso pesanti pregiudizi nei confronti
di costumi sessuali troppo liberi anche se c' molta pi
tolleranza verso i cosiddetti diversi. Forse presto smetteremo
di mettere al bando gli anormali cos come abbiamo
smesso di bruciare le streghe solo pochi secoli fa.



SESSO E PC

In questo stesso numero, nella sezione Reportage,
tratter l'aspetto tecnico presente ad Erotica '94, ma in
questa, che una rubrica umanistica, mi occuper di quale sia
l'impatto psicologico dell'informatica applicata alla sfera
sessuale e come questa potrebbe mutare i comportamenti. Molti
giornali, non disponendo di esperti in redazione, hanno dato un'informazione
distorta e fuorviante non accettabile dalla maggior parte dei
nostri lettori. Principalmente la mostra faceva leva sul
Cybersex, ovvero sul sesso che in qualche modo concerne
l'utilizzo di un Personal Computer. Gli informatici sanno che per
poche decine di miglia di lire si possono acquistare floppy disk
e CD-R contenenti immagini erotiche che vanno dalla casta
immagine di una donna pi o meno discinta ad immagini di
congiungimenti carnali di qualsiasi tipo per qualsiasi fantasia.
Una copia pi o meno fedele di quello che si trova, sotto forma
di rivista porno, in ogni edicola di giornali. Simile alle
cassette video porno si possono acquistare su CD-R delle
animazioni visualizzabili su una piccola porzione dello schermo.
I giochi erotici su CD-R consentono una sorta di interattivit
con l'eroina, ma sono coinvolgenti allo stesso livello, se non
meno, di un game di guerre stellari o di un solitario
a carte. Tutto questo raggiunge lo stesso scopo della analoga
carta stampata, o del filmino porno. Per ora il livello
qualitativo infimo, si tratta o di un'accozzaglia di immagini
tratte da riviste di bassa lega, o di spezzoni di film a luci
rosse
messi su senza alcun criterio estetico, n di
ricerca, n di impegno artistico. Sesso volgare, inutile e
avvilente che lascia sporco chi dell'amore ha una visone solare.
Le cose purtroppo stanno cos a livello planetario. Tutto quanto
viene prodotto per il mercato destinato agli erotomani
ampiamente al di sotto del buon gusto. Tempo fa ho ricevuto dagli
Stati Uniti un catalogo di CD-R con una sezione a luci
rosse
di svariate centinaia di titoli dove le poche righe
di descrizione del CD-R si limitavano a dire e a ripetere: sesso
sfrenato al college
, le girl pi svestite del mondo
e ancora ossessioni proibite o le lady
asiatiche
. Indubbiamente siamo agli albori di una
tecnologia che da poco ha lasciato l'asilo. Una tecnologia che
ancora non riuscita a coinvolgere gli artisti, quelli che
sanno trasformare la materia in comunicazione universale, in
fatto artistico che nei secoli inorgoglisce l'uomo. Cinema e
fotografia non sarebbero nulla se non ci fossero stati registi
come Fellini, Visconti, Rossellini, Pasolini e tanti altri solo
per restare in casa nostra. Oggi l'informatica con la
multimedialit fornisce mezzi tecnologici molto potenti ma manca
la magia creativa e tutto quello che possiamo trovare sono
prodotti che, nella migliore delle ipotesi, raggiungono un
livello di basso artigianato. Vorrei per un attimo spostare
l'attenzione dei lettori sul Trittico delle delizie
di Hieronymus Bosch conservato a Madrid dove si vedono immagini
di uomini, donne e animali in atteggiamenti decisamente
pornografici ma che nessuno avrebbe il coraggio di definire tali.
C' quindi un superamento della mera immagine che frammento
di un coro, tassello di un mosaico che partecipa la comunicazione
il cui contenuto universale l'unica cosa che realmente conti.
Non quindi immagine fine a se stessa che, priva di vita, non pu
regalare nulla a chi la contempla.

Sostare davanti al citato trittico ha un effetto catartico,
stimola sentimenti di solidariet umana, gioia di vivere, genera inquietudini
che spingono alla meditazione, alla ricerca di spiegazioni, alla
necessit di comunicare ad altri i propri sentimenti positivi o
negativi che le immagini hanno suscitato. In quest'ottica vorrei
vedere lo sviluppo positivo del sesso cibernetico.



SESSO TELEMATICO

Rispetto alle immagini immobili o animate che vengono normalmente
fruite in solitudine ci sono le forme di Cybersex che richiedono
l'interazione tra individui e che quindi obbligano a rapportarsi
con gli altri e a superare i propri limiti. con effetti positivi
sulla conoscenza di se stessi e del prossimo. Un esempio
interessante, presente a Erotica '94, che la telematica mette a
disposizione rappresentato da certi servizi ottenibili tramite
il Videotel. Con un PC dotato di un modem collegato alla rete
telefonica, si pu dialogare di sesso con partner sconosciuti.
Nulla a che vedere con i telefoni rosa dove
dall'altra parte c' una professionista del sesso. Il servizio
viene utilizzato da persone che sentono la necessit di
sperimentare qualcosa di diverso, o che sono ancora alla ricerca
della propria forma di espressione sessuale o di un partner
affine con il quale condividere le proprie inclinazioni.

Tutto pu esaurirsi in schermaglie telematiche, ma nulla vieta
che la conoscenza mediata stimoli al punto da produrre la necessit
di incontri reali tra le persone.

L'enorme affluenza di pubblico ha ridotto la fruibilit di
quanto questo festival aveva messo in mostra e a disposizione di
tutti. La calca era tale che molte cose sono riuscito sbirciarle
da dietro muraglie di schiene di gente assiepata non disposta a
cedere un solo centimetro della posizione conquistata. Forse gli
organizzatori non si aspettavano un cos grande successo di
affluenza e quindi le strutture sono risultate inadeguate.
C'erano molti PC, ma costantemente impegnati e il PC per la sua
natura pu essere fruito da una sola persona alla volta.



LA TUTA CYBERSEX

Proseguendo con il sesso interattivo la tuta Cybersex inaugura un
nuovo filone per gli amanti di relazioni sessuali che escludono
il contatto fisico con il partner ma che per le loro fantasie
erotiche ed il loro appagamento dipendono comunque dal compagno.
Oppure pi banalmente, amanti che per motivi di distanza non
possono realizzare i loro incontri erotici in modo diretto. La
dimostrazione alla quale ho assistito e che ha visibilmente
deluso la maggior parte dei visitatori che erano presenti nella
sala dei convegni mi ha convinto che siamo ancora ben lontani
dall'aver raggiunto la tanto decantata Realt Virtuale. La
dimostrazione condotta dalla brava Helena Velena ed il suo super
dotato partner aveva, almeno apparentemente, una forte componente
sado-masochistica. Un collega che riuscito a provare la tuta ha
dichiarato di aver sentito solo dolorose scariche elettriche. Ma
questo poco importante perch nella vasta gamma dei gusti(de
Sade insegna) c' anche il piacere indotto dal dolore procurato
o subito. Ma al di l di questo rimane il fatto innovativo di
stimolare ed essere stimolati realmente nel corpo da un
interlocutore distante anche migliaia di chilometri le cui reali
sembianze possono essere parzialmente o totalmente modificate
fino al cambiamento del sesso.



CONCLUSIONE

Il sesso del futuro, per fortuna, non passa attraverso un PC, n
gli organizzatori di Erotica '94 pretendevano di dimostrare il
contrario. Anzi nel catalogo ufficiale si viene rassicurati da
Helena Velena che nulla potr sostituire un rapporto fisico
diretto tra esseri umani, indipendentemente dalla natura dei
reciproci sessi. Il Cybersex un modo in pi di ottenere e
dare piacere, un modo raffinato, diverso che pu liberare
istanze libidiche allo stato inconscio che la presenza del
partner reale tende a reprimere (ma oggi questa solo una
dichiarazione di intenti).

Il settore in grande fermento e chi si aspettava cose gi
mature, pronte per essere fruite rimasto deluso, chi come me
era andato per verificare a che punto si era con il sesso
cibernetico ha trovato solo prodromi, tracce di tendenze nascenti.
Devo dire che tutto quello che ho visto richieder anni e anni
di sviluppo prima di riaprire in me la preoccupazione che la VR
possa sostituirsi ai rapporti interpersonali, ancora il letto,
piuttosto che un PC, preferisco dividerlo con una bella fanciulla
in carne e ossa.

Se il Cybersex possa rappresentare con il tempo un pericolo per
le abitudini sessuali degli esseri umani, questo potrebbe essere
pi materia di fantasesso che seria speculazione sociologica.


Felice Pagnani - L'UOMO E L'INFORMATICA - giugno 1994 - Micro
& Personal Computer



 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Racconti inediti e/o celebri più letti

» Oscar Wilde LA BALLATA DEL CARCERE DI READING
» Saint Germain IO SONO COSCIENZA, INTELLIGENZA, VOLONTA 3
» Howard Phillips Lovecraft LESTRANEO
» Saint Germain PENSARE E CREARE 5
» SAINT GERMAIN LAutorit 12
Gli ultimi Racconti inediti e/o celebri pubblicati

» L'aquilone
» monik elena _ io e te
» Sandrino Aquilani - Gli alberi
» Marina Lolli - Aprile 1949-Giugno 2012
» Ferruccio Frontini-Acca
» Non Tutti sanno chi sono - Desiree Dal Pin


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6640
Autori registrati
3152
Totali visite
12078302
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.