La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: marzo 23, 2014 | Da: Redazione
Categoria: Racconti inediti e/o celebri | Totali visite: 1175 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Le tavole Smeraldine di Thoth

TAVOLA IV
La nascita dello Spazio

Listati,o uomo alla voce della saggezza, listati alla voce di THOTH, l'atlantideo.
Liberamente i d a te la mia saggezza,
appresa dal tempo e spazio di questo ciclo;
maestro dei misteri , SOLE del mattino,
vivente per sempre, un figlio della LUCE,
splendente con luminosit, stella del mattino,
maestro degli uomini, di Tutto
Lontani nel tempo, io nella mia fanciullezza,
posto sotto le stelle nella lontana-sepolta Atlantide,
sognavo i misteri lontani al di sopra degli uomini.

Allora nel mio cuore vi cresceva un desiderio intenso di
conquistare la via che conduce alle stesse.
Anno dopo anno, Io sono andato in cerca di saggezza,
cercando nuova conoscenza, seguendo la via,
sino alla mia ultima ANIMA, in grande lavoro,
di rottura dalla sua schiavit e limitazione.

Libero ero o dalla schiavit degli uomini della terra.
Libero dal corpo, brillavo nella notte.
schiuso finalmente per me lo spazio delle stelle.
Libero dalla schiavit della notte.
Ora alla fine dello spazio cercavo la saggezza,
lontano aldil conoscenza del finito uomo.

Lontano nello spazio, la mia Anima viaggiava liberamente
dentro il cerchio infinito della luce.
Insolito, oltre la conoscenza erano alcuni dei pianeti,
grandi e giganti, aldil dei sogni dell'uomo.

Ancora ho tracciato la Legge, in tutte le sue maraviglie, lavorando
attraverso e tra loro come qu tra gli uomini.

Brillava avanti la mia anima attraverso la bellezza dell'infinito,
lontano attraverso lo spazio
Io volavo con i miei pensieri.

Riposavo io l su un pianeta di bellezza.
Tensioni di armonia riempivano tutta l'aria.

Forme c'erano, muovendo in Ordine,
grandi e maestose come stelle nella notte;
salivano in armonia, ordinato equilibrio,
simboli del Cosmico,come Legge.

Molte stelle io ho attraversato nel mio viaggio,
molte razze di uomini sui loro mondi;
alcuni realizzati alti come stelle del mattino,
alcuni caduti in basso nell'oscurit della notte.

Ognuno e tutti di loro lottando verso l'alto,
guadagnando le vette e sondando le profondit,
muovendo a volte in regni dello splendore,
vivendo tra tenebre, guadagnando la Luce.

Sappi, o uomo, che la Luce tua eredit.
Sappi che la tenebra solo un velo.
Sigillato nel tuo cuore lo splendore eterno,
aspettando il momento di libert da conquistare,
aspettando di strappare il velo della notte.

Alcuni ho trovato che hanno conquistato l'etere.
Libero dello spazio erano loro mentre ancora erano uomini.
Usando la forza che base di tutte le cose,
lontani nello spazio costruivano loro un pianeta,
attraevano la forza che fluisce attraverso il Tutto;
condensando, fondendo l'etere in forme,
che crescevano come loro volont.

Superavano, scienza, loro, tutte le razze,
potenti in saggezza, figli delle stelle.
A lungo ho sostato, osservando la loro sapienza.
Ho visto loro creare da fuori dell'etere citt
giganti rosa e oro.
Formate fuori dall'elemento primario,
base di tutta la materia, l'assai diffuso etere.

Nel lontano passato, loro hanno conquistato l'etere,
liberato loro stessi dalla schiavit del lavoro;
formato nella erede mente solo una immagine e subito
creata, essa cresceva.

Avanti allora, la mia anima si affrettava, attraverso il Cosmo,
vedendo sempre , nuove e vecchie cose;
apprendendo che l'uomo veramente nativo dello spazio,
un Sole del Sole,
un figlio delle stelle.

Sappi , o uomo, da qualunque parte vive l'uomo,
sicuramente uno con le stelle.

I corpi non sono nulla ma pianeti rotanti
attorno ai loro soli centrali.

Quando tu hai guadagnato la luce di tutta la
saggezza, sarai libero di brillare nell'etere
uno dei Soli che illuminano alle tenebre pi lontane
uno dei nati nello spazio cresciuto nella Luce.
Esattamente come le stelle nel tempo perdono il loro splendore,
la luce passando da loro nella grande sorgente, cos, o uomo,
l'anima passa avanti, lasciando dietro le tenebre della notte.
Formata avanti dall'etere primario, riempito della luminosit
che fluisce dalla sorgente, legata dall'etere condensato attorno,
ancora sempre , fiammeggia fino a che alla fine sar libera.
Solleva in alto la tua fiamma dal buio, vola dalla notte e sarai libero.

Ho viaggiato attraverso lo spazio tempo, sapendo libera la mia anima,

sapendo che ora potevo inseguire la saggezza.
Fino all'ultimo, Io passavo ad un piano, nascosto dalla conoscenza, non conosciuto alla saggezza, estensione aldil di tutto ci che noi conosciamo. Ora, o uomo, quando ho avuto questa conoscenza, felice cresceva l'anima mia, perch ora io ero libero.
Ascolta, tu nato dallo spazio, listati alla mia saggezza: non sai che tu ancora, sari libero. Listati ancora,o uomo, alla mia sapienza, che ascoltando, tu ancora, puoi vivere ed essere libero. Non della terra sei tu, ma figlio dell'Infinita Cosmica Luce.
Non conosci uomo la tua eredit? Non sai che tu sei veramente la Luce? Sole del Grande Sole, quando guadagni saggezza, giustamente consapevole della tua parentela con la Luce.Adesso io a te d conoscenza, libert di camminare sul percorso che io ho tracciato, mostrandoti veramente come con i miei sforzi, ho tracciato la via che conduce alle stelle.
Ascolta, o uomo, e sappi della tua schiavit, sappi come liberare te stesso dal lavoro. Fuori dalle tenebre ti innalzerai, uno con la Luce e uno con le stelle. Segui sempre il cammino della saggezza. Solo da questo puoi sorgere dal basso. Eternamente il destino dell'uomo lo conduce in avanti nelle Curve del Tutto Infinito.
Sappi, o uomo, che tutto lo spazio ordinato. Solo con l'Ordine tu sei Uno con il Tutto. Ordine e equilibrio sono la Legge del Cosmo. Segui e sarai Uno con il Tutto. Colui che vuole seguire il sentiero della saggezza, deve essere aperto al fiore della vita, estendendo la sua coscienza fuori dalle tenebre, scorrendo attraverso il tempo e lo spazio nel Tutto.
Profondo nel silenzio, prima tu ti devi soffermare sino almeno di essere libero da desideri, libero dalla brama di parlare nel silenzio. Conquistare con silenzio, la schiavit delle parole. Astensione dal mangiare fino ad aver conquistato desiderio al cibo, che schiavit dell'anima.
Allora coricati gi nel buio. Chiudi i tuoi occhi ai raggi della Luce. Focalizza la forza della tua anima nel luogo della tua coscienza, scrollandoti i legami della notte. Poni nella tua mente l'immagine che desideri. Immagina il luogo che desideri vedere.
Vibra avanti e dietro con il tuo potere. Slega l'anima fuori della sua notte. Fieramente tu devi scrollare con tutta la tua potenza sino che alla fine la tua anima sar libera. Potente pi delle parole la fiamma del Cosmico, appesa ai piani, sconosciuta all'uomo; potente e equilibrata, muovendo in Ordine, musica di armonie, lontano aldil dell'uomo .
Parlando con musica, cantando con colore, fiamma dal comincio dell'Eternit del Tutto. Scintilla della fiamma siete voi, figli miei, fiammeggiando con colore e vivendo con musica. Listati alla voce e sarai libero. La Coscienza libera fusa con il Cosmico, Uno con l'Ordine e Legge del Tutto.
Non sapevi uomo, che fuori della tenebre, la Luce fiammeggia in avanti, simbolo del Tutto. Prega in questo modo per ottenere saggezza.
Prega per la venuta della Luce al Tutto. Poderoso Spirito della Luce che splendi attraverso il Cosmo, attira presso di te la mia fiamma in armonia. Solleva dalle tenebre il mio fuoco, magnete del fuoco che Uno con il Tutto. Solleva la mia anima tu forza e potenza. Figlio della Luce, non rivolgerti lontano.
Attirami in potenza a fondermi nella tua fornace; Uno con tutte le cose e tutte le cose in Uno, fuoco della vita-protesa e Uno con la Mente.
Quando avrai liberato la tua anima dalla schiavit, sappi che le tenebre per te sono andate. Sempre tra lo spazio tu puoi cercare saggezza, non legato alle catene forgiate nella carne.
In avanti e in alto nel mattino, lampo libero, o Anima, ai regni della Luce. Muovi tu nell'Ordine, muovi tu in Armonia, liberamente muoverai con i Figli della Luce.
Cerca e impara, la mia Chiave della Saggezza. Cos, o uomo, sarai sicuramente libero.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Racconti inediti e/o celebri più letti

» Oscar Wilde LA BALLATA DEL CARCERE DI READING
» Howard Phillips Lovecraft LESTRANEO
» Saint Germain IO SONO COSCIENZA, INTELLIGENZA, VOLONTA 3
» Saint Germain PENSARE E CREARE 5
» Marchese de Sade SERAPHINE
Gli ultimi Racconti inediti e/o celebri pubblicati

» monik elena _ io e te
» Sandrino Aquilani - Gli alberi
» Marina Lolli - Aprile 1949-Giugno 2012
» Ferruccio Frontini-Acca
» Non Tutti sanno chi sono - Desiree Dal Pin
» ZioPier - I colori del buio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Poesia in Lingua italiana da Canti degli anni tardi Ed. Simple 2008

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9968356
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.