La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 18, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Racconti inediti e/o celebri | Totali visite: 535 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Nicola Lombardi

LA COLLEZIONISTA

La nostra societ ha le forbici e ci ritaglia come sagome di carta, isolandoci gli uni dagli altri. Diventa difficile comunicare: le sue lame si chiudono recidendo rapporti e lei ci narcotizza distraendoci, perch non sentiamo dolore.
Ha tre scatole davanti a s, ciascuna divisa in scompartimenti. Quella a destra, verde, contiene le sagome dei giovani; quella al centro marrone, le sagome degli adulti; le sagome degli anziani quella nera a sinistra.
Ritaglia senza sosta, infaticabile.
Ogni momento una sagoma viene isolata nel bianco del foglio e cade in una delle tre scatole. Le tre fasce di et restano divise per sempre e diventa quasi impossibile comunicare.
La scatola degli adulti quella che presenta il maggior numero di scompartimenti: quello degli operai, quello dei muratori, quello degli impiegati, quello degli insegnanti, uno per ogni mestiere o professione.
La collezionista gode, quando pu depositare una nuova figurina nella scatola centrale; si sbizzarrisce, allora, nell'accentuare differenze, evitare accostamenti, minimizzare somiglianze.
precisa e razionale: una sagoma di uno scompartimento non pu confondersi con quelle tutte uguali di un altro. La collezionista non pu tollerare la confusione; deve impedire che i suoi giocattoli abbiano una percezione della realt pi ampia del proprio spazio, in cui sono facilmente controllabili; che percepiscano l'esistenza di qualcosa che muove le pedine secondo uno schema preordinato. Un aereo che sorvola la citt apre allo sguardo anche ci che dal fondo di una strada stretta non si pu vedere.
Nessuna sagoma si mai sollevata ai di sopra della scatola degli adulti, guardandola tutta intera, perci scoppiano spesso guerre tra scompartimenti diversi a cui la collezionista assiste divertita. Le figurine di scompartimenti distanti non sono mai venute in contatto, non si conoscono e quindi, per ignoranza, si temono e si disprezzano. Lei pensa che ha fatto un buon lavoro.
C' qualcosa, per, una forza che vorrebbe toglier via il divisorio: far conoscere le sagome dei vari scompartimenti tra loro, fare in modo che ogni figurina si accorga che anche quelle degli altri scompartimenti sono simili a lei.
La grande collezionista non pu permettere che si metta insieme, si unifichi; si valorizzi l'uguaglianza di ci che lei, con gran dispendio di energia e con la perizia del bisturi di un medico chirurgo ha diviso. Per lei tutto deve rimanere spezzato, frammentario, insensato e soprattutto ognuno deve rimanere al suo posto.
Talvolta, per sbaglio, una figurina finisce in uno scompartimento diverso da quello che gli spetta e cerca di parlare alle altre, ma subito viene fatta oggetto di scherno, perch ha le braccia ritagliate in un'altra maniera, ha il cappello o la giacca, mentre in quello scompartimento sono state messe le sagome con la tuta. Il diverso sempre pericoloso e va ricacciato a casa sua.
La collezionista non vuole che questo e ci che lei non vuole percepito dalla maggior parte delle figurine come una devianza, un tab, una malattia e la figurina che va contro rimane isolata anche all'interno del suo piccolo scompartimento.
Una sagoma con gli occhi era stata gettata da poco in uno scompartimento pi largo, dove per sbaglio erano state appoggiate figurine di tipi diversi in attesa di collocazione. L si era accorta che con le altre sagome erano molto maggiori le somiglianze, che non le differenze esaltate dalla collezionista.
La figurina con gli occhi cerc di comunicarlo alle altre, ci stava riuscendo. La collezionista se ne accorge, la solleva e le taglia la testa perch serva da esempio.
Dureranno per sempre la collezionista e le sue piccole sagome isolate, chiuse negli scompartimenti? Se cominciassero ad accorgersi di provenire tutte dalla stessa carta... addio collezionista!


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Racconti inediti e/o celebri più letti

» Oscar Wilde LA BALLATA DEL CARCERE DI READING
» Howard Phillips Lovecraft LESTRANEO
» Saint Germain IO SONO COSCIENZA, INTELLIGENZA, VOLONTA 3
» Saint Germain PENSARE E CREARE 5
» Marchese de Sade SERAPHINE
Gli ultimi Racconti inediti e/o celebri pubblicati

» monik elena _ io e te
» Sandrino Aquilani - Gli alberi
» Marina Lolli - Aprile 1949-Giugno 2012
» Ferruccio Frontini-Acca
» Non Tutti sanno chi sono - Desiree Dal Pin
» ZioPier - I colori del buio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Chi cerca ancora l'inafferabile esistenza visibile con gli occhi del cuore.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6540
Autori registrati
3080
Totali visite
9947913
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.