La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 18, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Racconti inediti e/o celebri | Totali visite: 582 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Nicola Lombardi

SASSOLINI

Solo un grido sale dalla citt degli zombi: "Devi essere come noi, inutile che tenti nuove strade con la tua voce debole. Possiamo soffocarla a nostro piacimento".
Eppure, nella citt degli zombi, cadono sassolini di parole non autorizzate, ribellioni spontanee di chi non vuole lasciarsi imbalsamare. Voci che scandalizzano chi ha rinunciato a pensare.
D fastidio chi trasgredisce obblighi e costumanze vecchi di generazioni, tanto da essere creduti "normalit"; d fastidio chi non ha paura di sentirsi "diverso", cio pi umano.
"Dovete fare come noi, o rimarrete soli!" la minaccia si attacca sulle facce di chi, nel sentirsi maggioranza, crede di aver ragione.
Dgli ai seminatori di parole! Devono morire questi strani soggetti, che turbano l'armonia insinuando dubbi, rimettendo in discussione "certezze".
Eppure "i vivi" sanno in cuor loro di essere a ragione e si librano sopra la palude che circonda la citt degli zombi.
Molti li evitano e ridono di loro, ma essi feriscono di libert le coscienze annichilite dei morti viventi.
L'aria si fa pe(n)sante, nella citt degli zombi.
il momento del coraggio: "0 si prosegue, o tutto torner come prima o peggio".
C' unit d'intenti: i "vivi" sono pochi, per tafanano alternativa e il focolaio attecchisce.
I morti li combattono solo per difendere la loro disperata serenit.
difficile cambiare i propri schemi mentali: per pigrizia fa comodo. ritenersi infallibili. Tutto deve rimanere come sempre stato: di quel grigio scialbo che d sicurezza; crea disagio vedere cose "vecchie" colorarsi, sotto nuove angolazioni.
Si affiggono ordinanze, nella citt degli zombi.
Altra pioggia di sassolini in risposta, fitti ed insistenti come chicchi di grandine.
Alcuni giovani zombi cominciano a domandarsi: "E se avessero ragione loro?".
Si accendono meno candele sugli altari della dea apparenza; tratti umani da troppo tempo umiliati lasciano cadere le croste del pregiudizio e della banalit.
Qualcuno, in un guizzo di lucidit, intravede il disumano di un codice che pareva follia trasgredire.
Cominciano le persecuzioni: solo la minoranza ha raccolto i sassolini-regalo dei vivi. Il valzer non si interrotto.
Ognuno zombi per un motivo diverso: Cecco si affoga nel piatto di spaghetti; Baffino tranquillo: tanto sa di far colpo sulle donne; Nanni lucida i suoi pensieri sull'auto nuova; Gigi si fa scudo della famiglia e del parentado; Beppe, ormai celebre nel quartiere, fa la voce grossa.
Ognuno prigioniero nel guscio che si costruito.
Diminuiscono i sogni, si dissecca la fantasia. e la voglia di costruire, si vive sempre di meno, si appassisce, nella citt degli zombi.
Eppure alcuni tirano ancora sassolini.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Racconti inediti e/o celebri più letti

» Oscar Wilde LA BALLATA DEL CARCERE DI READING
» Howard Phillips Lovecraft LESTRANEO
» Saint Germain IO SONO COSCIENZA, INTELLIGENZA, VOLONTA 3
» Saint Germain PENSARE E CREARE 5
» Marchese de Sade SERAPHINE
Gli ultimi Racconti inediti e/o celebri pubblicati

» monik elena _ io e te
» Sandrino Aquilani - Gli alberi
» Marina Lolli - Aprile 1949-Giugno 2012
» Ferruccio Frontini-Acca
» Non Tutti sanno chi sono - Desiree Dal Pin
» ZioPier - I colori del buio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
arriva l'autunno

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6540
Autori registrati
3080
Totali visite
9948744
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.