La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 24, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Racconti inediti e/o celebri | Totali visite: 578 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Stelvio Mestrovich
AL GATTO NERO

La mia amica Konstanze, direttrice artistica del Theater an der Wien, mi ha invitato ' Al Gatto Nero ' , un ristorante in Girardigasse, di propriet di un cantante di musica leggera, Georges Dimou, un greco un tempo molto famoso. Quando gli stato detto che vengo dall' Italia e che sono uno scrittore, i suoi occhi di re lacedemone si sono spalancati, dimostrando un vivo interesse. Mi ha stretto la mano con energa, confidandomi di avere studiato per diversi anni nella mia terra. Poi, con fare professionale, tra inchini e sorrisi, ci ha accompagnati al tavolino riservato.
Dappertutto statue greche, anfore, brocche di Cipro.
Mangiamo a lume di candela. Guardo Konstanze. Proprio la classica viennese: rotondetta, lineamenti del viso ben marcati, capelli biondi, occhi celesti, gioviale, attiva, completamente indipendente. Il suo lavoro la porta ad essere a contatto coi pi famosi direttori d' orchestra e cantanti lirici del momento. D del tu a Pavarotti, a Muti, ad Abbado. Impossibile raggiungerla a teatro: ella ne il polmone, vi si respira la sua aria. Avevo chiesto di lei poco meno di quattro ore fa. Stava per essere rappresentato in prima mondiale il musical Elisabeth. Si era trincerata nel suo stanzino. Niente da fare. Ma giunto un inserviente, gentilissimo, che mi ha procurato una poltroncina accanto al palco centrale. Mi ha fornito pure il programma. Konstanze, dunque, non si era scordata di me. E' cos che si distinguono i grandi.
Le domando un parere sulla commedia musicale.
"Non male. Mi ha colpito, in modo particolare, il valzer di Sissi con la Morte. L' ho giudicato veramente notevole. "
" Non l' hai trovato un poco dissacrante? "
" La verit, caro Stelvio, lo sempre. "
Mi sorride e io le verso ancora del vino resinato. Stava divorando un piatto di zucchine fritte.
" Sono digiuna da stamani. " si giustifica, leggendomi nel pensiero.
" Lavori troppo. " la rimprovero.
Konstanze sospira.
" Cos mi distraggo e al tempo stesso mi realizzo. "
" S, ma non sei felice. " la punzecchio.
Lei tenta di nascondersi dietro un vano gesto della mano.
" E' inutile mentire a se stessi. "
E io insisto:
" Come vanno le cose col tuo ex marito? "
" Da amici. " risponde gesticolando come un' italiana. " Ci vediamo solo per nostro figlio. "
Dimou ha messo la canzone che lo ha reso famoso. E' una meloda greca che sa di antiche isole, di uliveti, di terra argillosa, di sole.
" E tu ? " mi chiede lei.
Smetto di sognare.
" Che vuoi che ti dica? Domani riparto per l' Italia, rilasciando Vienna, che il fantasma della mia vita. Esso appare e scompare senza ch' io me ne renda quasi conto. Mi aspetta nel suo castello incantato e ogni volta mi ritrovo pi vecchio e innamorato. "
" Perch non rimani qui ? " mi propone Konstanze.
Accendo una sigaretta. Georges mi guarda da lontano. Ha negli occhi la saggezza del suo popolo. Un quadro, in penombra, risuscita morti guerrieri.
Mi sforzo di essere chiaro:
" Il sogno realt, ma non va sciupato. Bisogna accontentarsi di ci che ti d. Sei rovinato se pretendi pi di quello che ti spetta. Non ti rimarrebbe nulla. Allora dovresti fare i conti con l' aridit. E questo proprio non lo voglio. "
Konstanze muove la bocca impercettibilmente. Capisco che il mio pensiero giunto a destinazione. Il silenzio che segue me lo conferma.
Viene un cameriere a domandarci che cosa gradiremmo per dessert. Ordiniamo una specialit greca.
" Forse siamo due gatti che si mordono la coda. " sibila la mia amica a un palmo dalla fiammella della candela.
Io sorrido :
" Ecco perch mi hai portato Al Gatto Nero ! "
" Gi ! " approva ilare.
Mangiamo una fetta di dolce a base di riso e di mandorle. Se non ho capito male, il nome di questo dolce ricorda il monte Olimpo. Niente di pi azzeccato. Le nove muse possono dormire sonni tranquilli. E' squisito e degustato nel posto giusto.
Il proprietario del ristorante viene a farci visita.
A Konstanze:
" Tutto bene, bella direttrice? "
E a me :
" E' rimasto soddisfatto, amico scrittore? "
Rispondiamo di s. Noto soltanto adesso le sopracciglia nerissime, corvine di Georges. Egli ci offre un liquore di Salonicco. Lo beviamo alla sua salute.
Uscendo dal locale di Demou, avverto un' acuta sensazione di solitudine. La Girardigasse buia. I lampioni illuminati che si vedono in lontananza sono quelli della Linke Wien Zeile. Accompagno Konstanze sino alla macchina. E' un fuoristrada giapponese.
" Vuoi un passaggio ? " mi dice.
Lei sa che ogni volta che vengo a Vienna sono ospite del mio amico scrittore Josef Neubauer, che abita nel tredicesimo distretto.
" No, ti ringrazio. " le rispondo. " Ho voglia di fare due passi sino al pi vicino posto taxi. "
Ci abbracciamo. Poi lei scompare con la sua Nissan.
Torno indietro verso il teatro. Le luci sono spente. Scanso alcuni ubriachi. Improvvisano un' aria del Flauto Magico. Alla loro maniera. Credo che sia la serenata alla Regina della Notte. La luna imperterrita.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Racconti inediti e/o celebri più letti

» Oscar Wilde LA BALLATA DEL CARCERE DI READING
» Howard Phillips Lovecraft LESTRANEO
» Saint Germain IO SONO COSCIENZA, INTELLIGENZA, VOLONTA 3
» Saint Germain PENSARE E CREARE 5
» Marchese de Sade SERAPHINE
Gli ultimi Racconti inediti e/o celebri pubblicati

» monik elena _ io e te
» Sandrino Aquilani - Gli alberi
» Marina Lolli - Aprile 1949-Giugno 2012
» Ferruccio Frontini-Acca
» Non Tutti sanno chi sono - Desiree Dal Pin
» ZioPier - I colori del buio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Non ha lottimo artista alcun concetto cun marmo solo in s non circonscriva

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9974421
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.