La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 13, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Racconti inediti e/o celebri | Totali visite: 854 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
"Che cosa significa questo?", ripetevo meccanicamente, guardando il giornale che lei agitava violentemente nel pugno.

"Beh, tu non ne vuoi parlare, non mi aiuti a capire e io m'informo ecco
cosa faccio: mi informo. La gente fuori non fa altro che chiacchierare,
chiacchierare! Ogni volta che cammino per strada mi sembra di avere gli
occhi puntati tutti su di me. "Buongiorno signorina Farinelli, come
sta? sempre pi bella mi saluti suo nonno" e poi, non appena mi
volto, credi, credono che non me ne accorga? Pugnalata alle spalle! Tu
certo non mi aiuti".

"Ma questo un complotto!", pensai. "Non credi che stai esasperando un
po' troppo la cosa?", replicai cercando di mantenere un'espressione
calma. Si tratta di una storia vecchia Inutile continuare a discuterne.
Non ne vedo la necessit. Cerca, per una volta, di capire. Perch ti
ostini cos ecco, cos morbosamente a voler sapere?"

Alle mie parole Eva divenne insolitamente rossa. Sul suo grazioso viso
parve disegnarsi una smorfia di sdegno. Quindi, inaspettatamente,
scoppi a singhiozzare come raramente le avevo visto fare.

"E poi -tent di aggiungere, asciugandosi col polsino della camicia le
grosse lacrime- quella signora con cui hai parlato ieri Mohammed mi ha
detto che era per il quadro Quel maledetto quadro!".

"Mohammed dovrebbe imparare a farsi gli affari suoi! Su questo non ci
piove", dissi. "Non so che cosa abbia potuto dirti il nostro barista
impiccione ma ti prego, anzi ti scongiuro di credermi: la signorina
Brown si presentata da me solo per una questione di lavoro ed
esclusivamente per conto dell'Associazione che - ed inutile
sottolinearlo, anche se ti d noia- fra le altre cose, ben conosci,
essendone Presidente l'esimio, il rispettabilissimo eccetera, eccetera,
eccetera, signor Farinelli! Quindi, se proprio vuoi conoscere parte
della storia, va' pure dal nonno che credo ne sia sufficientemente
informato".



Un senso di impotenza si stava gradatamente impadronendo di me. Avevo di
fronte una ragazza di ventisei anni in lacrime e, dietro le spalle, un
passato che non voleva lasciarmi in pace, che continuava a tormentarmi
come una condanna a morte, che ritornava ciclicamente ad angustiarmi.
Allora, mi ritornarono in mente le parole del dottor Pazzini nel giorno
in cui mi annunciava le mie imminenti dimissioni dalla clinica. Il
camice bianco, la sua stretta di mano forte e sicura, il tono di voce
tranquillo sotto i sottili baffi neri: "Sappia che da questo incidente
lei uscito come un miracolato".

Intanto Eva, dopo essersi ricomposta, si era accomodata sulla sedia e
fingeva di leggere uno di quei vecchi giornali rimediati in biblioteca.
Non appena mi accorsi che, con la coda dell'occhio, lei cercava di
osservare la mia reazione, io non le regalai altro che un grosso
sbadiglio.



"Ho capito cos' quella cicatrice!", esclam dopo dieci minuti,
sollevando il naso dalle pagine della cronaca nera. Il braccialetto alla
caviglia tintinn mentre accavallava la gamba. Era tornato il sereno.
Almeno cos sembrava.

"Prima di affrontare nuovamente qualche questione spinosa", mi sforzai
di ironizzare al suo prevedibile contrattacco, "vorrei sapere se ti
fermi a cena. Salvo che poi finisca come l'altra volta".

Annu sorridente, lasciando cadere la provocazione. Qualcosa di pi importante le stava a cuore e non era capace di nasconderlo.

" Ora so da dove arriva quell'orribile cicatrice!". Ribad con l'aria
di chi, divenuto l'unico depositario della Verit, in procinto di
svelarne il segreto ad un circolo curioso di studiosi e, tuttavia, si
sente in dovere di arricchire di tensione la solennit dell'avvenimento.

"Quale delle tante?", buttai l, per rompere la gravit del momento.

"Inguine Quella di un palmo sotto l'inguine", e appoggiando al
bracciolo della poltroncina il gomito sinistro adagi nel palmo della
mano parte del viso, osservandomi di traverso.

"Eh s, credo che sia tutto scritto qui", prosegu, ritornando al giornale. "Vediamo un po'



Giovane e noto pittore, autore del celeberrimo quadro, al ritorno
dall'inaugurazione notturna della mostra a lui dedicata nella citt di,
per ragioni legate alla scivolosit dell'asfalto, causata da un
violento nubifragio, termina la sua folle corsa in auto nel greto di un
canale. Le sue condizioni, stando a fonti sicure, restano alquanto
gravi", si interruppe nella lettura saltando alla conclusione
dell'articolo, "l'incidente va ad aggiungersi alla lunga serie di
tragedie che ruotano intorno al quadro "Ninfa alla selva". Solo qualche
mese fa, infatti, la modella Cate Hoever -Musa ispiratrice del dipinto-
scompariva tragicamente, su territorio francese, in circostanze ancora
poco chiare. Ah!", esclam al termine di quella lettura. E per tutta la
sera rimase piuttosto pensierosa.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Racconti inediti e/o celebri più letti

» Oscar Wilde LA BALLATA DEL CARCERE DI READING
» Howard Phillips Lovecraft LESTRANEO
» Saint Germain IO SONO COSCIENZA, INTELLIGENZA, VOLONTA 3
» Saint Germain PENSARE E CREARE 5
» SAINT GERMAIN LAutorit 12
Gli ultimi Racconti inediti e/o celebri pubblicati

» Preghiera alla Luna
» Davide Zocca- Hate for infibulation is my only God ( English )
» Giovanni G. A. Tozzi - Monologo di un macigno
» La nostra vita segreta
» L'aquilone
» monik elena _ io e te


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Introdurmi nella tua storia Come un eros sbigottito Se ha col nudo piede toccato Un po' d'erba del territorio

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6755
Autori registrati
3274
Totali visite
15077756
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2020 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e adesso curato da Manuel Pagnani.