La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 18, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Racconti inediti e/o celebri | Totali visite: 552 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Vittorio Baccelli

ALEXIA

Alexia era rientrata all'alba da quella festa, e che festa!
Era stata veramente la fine del mondo, mangiare, bere, erba e coca a fiumi, musica bellissima, persone simpaticissime.
Alexia aveva proprio esagerato un po' con tutto ed ora che si trovava da sola in casa aveva ancora voglia di divertirsi e cos accese lo stereo e si concesse un'ultima tirata di coca.
Poi si sdrai sul letto mentre la musica rock si diffondeva nel suo appartamento.
Ad un tratto inizi ad aver freddo, mentre tremava si ritrov madida di sudore ed il suo cuore stava battendo all'impazzata, poi una fitta lancinante le attravers il petto mentre il respiro si faceva sempre pi difficoltoso.
Le parve di sollevarsi dal letto e vide il soffitto che si avvicinava sempre di pi.
Molto lentamente ruot su se stessa e dall'alto si vide sdraiata nel letto, immobile ed osserv il formarsi di fasci di luce che iniziarono ad irradiarsi dal suo corpo, li cont, erano nove grandi, poi molti altri pi sottili.
Alexia era totalmente confusa, e non comprendeva cosa le stesse accadendo, poi osservando da dove i fasci di luce, quelli pi grandi, si irradiavano, pens - i miei chakra! -
Alexia voleva rientrare nel suo corpo che intanto si era fatto luminescente, ma una forza irresistibile, come un forte vento, la trascinava sempre pi lontano.
Si ritrov a fluttuare nell'aria, in alto, sempre pi in alto, vide la citt che si stava risvegliando nell'alba, ancora pi in alto con la terra che stava divenendo sempre pi piccola.
Nel viaggio non si sentiva sola, ma avvertiva la vita che attorno a lei fluiva.
Spinta dal vento scivol verso il sole e con sorpresa scorse un'enorme svastica luminosa che si sovrapponeva al sole, e la svastica ruotava generando un mistico vento che spingeva nella rotazione sia lei che tutta la vita che brulicava attorno.
Seguendo i bracci della svastica Alexia ruot infinite volte attorno al sole, poi fu scagliata lontana in un flusso d'energia vivente assieme al vento solare.
Nella sua corsa intravide per un attimo una nube vivente a forma d'aquila gigantesca, col becco aperto, lei pass indenne attraverso il becco che rimase aperto e non si chiuse.
Quando la folle corsa termin Alexia si ritrov nuda in un giardino che sembrava non finire. Ovunque fiori, cespugli profumati, alberi da frutto sconosciuti.
- E' l'Eden! - pens muovendo i primi passi si rec presso uno stagno ove molti giovani nudi si stavano bagnando.
Si specchi nell'acqua, era bellissima, cos bella non era stata mai neppure quando aveva diciotto anni.
Pass le dita nei suoi lunghi capelli biondi che erano morbidi pi della seta, si accarezz a lungo il suo bellissimo seno e sorrise.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Racconti inediti e/o celebri più letti

» Oscar Wilde LA BALLATA DEL CARCERE DI READING
» Howard Phillips Lovecraft LESTRANEO
» Saint Germain IO SONO COSCIENZA, INTELLIGENZA, VOLONTA 3
» Saint Germain PENSARE E CREARE 5
» Marchese de Sade SERAPHINE
Gli ultimi Racconti inediti e/o celebri pubblicati

» monik elena _ io e te
» Sandrino Aquilani - Gli alberi
» Marina Lolli - Aprile 1949-Giugno 2012
» Ferruccio Frontini-Acca
» Non Tutti sanno chi sono - Desiree Dal Pin
» ZioPier - I colori del buio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Io e te siamo sopravvissuti alla vita quel tanto che bastava a guardarci un lampo e un sogno verso l'angolo pi esposto del sentimento.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9960068
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.