La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: ottobre 30, 2015 | Da: Enzo.Medda
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 992 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Enzo.Medda

Nella darsena tra fango e granito,cinque bambini giocano con le pietre tonde.
Seduto sulla cesta da lavoro consumata,scalzo con il cappellino regalato segue il gioco annoiato.
Pochi signori stamattina,le barche cullano la mia fanciullezza appassita.
Madri mute senza mani per carezze sognate.
L'ultimo sole mi accompagna alla marina,senza limoni ne arance,solo con l'illusione che domani sar migliore.
Nel duro giaciglio manca il dolce cullare delle mute madri senza mani.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» Stessa Merda,Altro giorno
» biancanevo - passa il tempo
» Jorges Luis Borges LAMICIZIA
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Carmine Ianniello - Stagno
» Carmine Ianniello - Orizzonte
» Gattina
» Lasciami trovare un attimo
» Chemistry is life
» Adieu - Risveglio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Palestina unalba calda e afosa simile a tante nella mia terra, la Palestina,. Alcuni uomini di legge, dei sacerdoti sono venuti a prendermi, mi hanno trascinato via, coi capelli sciolti sulle spalle e i piedi nudi. Luomo che era con me si dileguato nel buio, forse nascosto da qualche parte ad osservare la scena al sicuro, oppure fuggito al di l delle mura della citt, ma questo non ha importanza, solo un uomo, destinato a cercarti nella notte e a svanire col sole

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6766
Autori registrati
4577
Totali visite
15887683
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2020 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e adesso curato da Manuel Pagnani.