La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 24, 2017 | Da: MastroPoeta
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 454 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
MastroPoeta
Come un aedo giunto alla sua ultima festa
Alzo i finestrini, finita anche questa
notte e mi sento quasi vile,
tolgo le chiavi dal quadro e non
riesco nemmeno ad alzarmi dal sedile.
Credo che la faccia distrutta,
a pezzi che vedo nel vetro
solo uno dei tanti fantasmi
che vorrei lasciarmi dietro.
E se non cattura pi il mio sguardo
la cassetta della posta
non per come mi sento, ma
per quanto mi cosa
pensare di dirti come stanno davvero le cose
-prima dovrei centrare per la serratura-
che non riesco a guardarti in viso,
che adesso sto male e ho quasi paura.
Non delle sue lettere, poco
mi importa che arrivino o meno
ma di rendermi conto che per me
sei quel tanto nominato ultimo treno,
davanti a questi occhi, ora piccoli piccoli, che si
liberano in qualche modo delle lenti a contatto
e davanti alle scuse che mi devo per
quello che senza usare il buon senso ho fatto.
Guidando come un folle perch sono
in balia di te che mi hai appena congedato
da uninterminabile sera trascorsa a bere
pensando ad altro ma non mi ha aiutato.
Io, l amico che non c bisogno di dirlo, che
mi vuoi bene. Anche se sono solo con questo caff
e tu, che difficile dire che mi raggeli
i polsi, che mi sto innamorando di te.
Chiss quante notti verranno ancora, e quanto
mi potrai bastare, e i respiri interrotti.
Ora che si chiuso il sipario su questa
notte, e chiss su quante altre notti.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» Stessa Merda,Altro giorno
» biancanevo - passa il tempo
» Jorges Luis Borges LAMICIZIA
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Carmine Ianniello - Stagno
» Carmine Ianniello - Orizzonte
» Gattina
» Lasciami trovare un attimo
» Chemistry is life
» Adieu - Risveglio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Sono consapevole nella mia stanza Di un amico senza forma La posizione non lo mostra

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6766
Autori registrati
4589
Totali visite
15905730
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2020 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e adesso curato da Manuel Pagnani.